Dati obbligatori sito web: quali sono?

Quali sono i Dati obbligatori da inserire in un sito web?

Mi capita molto spesso di vedere siti di professionisti non a norma, ed è per questo che ho deciso di scrivere questo breve ma conciso articolo per parlarti dei dati obbligatori da inserire sul sito web, per essere a posto con la legge ed evitare sanzioni.

Dati obbligatori da inserire sul sito web se sei un professionista

Se sei un professionista ecco i dati obbligatori che devi inserire nel tuo sito web:

  1. PIVA – Se hai la PIVA, questa deve essere presente nella home del tuo sito. Solitamente viene indicata nel footer, nella zona dei credits, ma puoi anche decidere di inserirla altrove.
    Se iscritti ad un albo, l’ordine professionale di appartenenza.
  2. Privacy policy – devi informare tutti gli utenti del tuo sito web per cosa utilizzerai i loro dati personali raccolti all’interno dello stesso (modulo di contatti / commenti / newsletter ecc)
  3. Cookie policy – devi informare gli utenti quali sono i cookie utilizzati dal suo sito e permettere loro di scegliere quali cookie attivare. Per questo si utilizza un apposito banner
    Attenzione: Spesso i banner per raccogliere il consenso dei cookie non danno nessuna possibilità di scelta. Grosso errore!

Dati obbligatori da inserire sul sito web se hai una società

E invece quali sono i dati obbligatori per un’azienda?

Se invece della patita IVA hai una società di capitale (ad esempio una SRL, SAS, SPA e così via) è necessario indicare ulteriori informazioni sul sito web. Non è necessario inserirli nella homepage, puoi creare una pagina dedicata (tranne per la Privacy Policy che deve essere sempre e comunque essere visibile su tutte le pagine del sito).

  1. Il nome, denominazione o ragione sociale
  2. L’indirizzo della tua sede legale
  3. Il capitale sociale versato
  4. Indicare l’ufficio del registro delle imprese dove è iscritta la società
  5. Il numero REA ( numero di repertorio economico amministrativo)
  6. Privacy Policy
  7. Cookie Policy
  8. Anche se non espressamente obbligatorio, è vivamente consigliabile indicare la tua PEC

Dati obbligatori da inserire sul sito di e-commerce

Se hai un sito di e-commerce invece, dunque vendi beni o prodotti online (si, anche se usi “solo” il bottone di PayPal per vendere!) sarà necessario indicare ulteriori dati che riguardano lo svolgimento della tua attività commerciale online. Vediamoli di seguito:

  1. Dati di contatto (nome, denominazione o ragione sociale + indirizzo + PEC
  2. Il capitale sociale versato (in caso di società)
  3. La PIVA e/o REA
  4. Indicare l’ufficio del registro delle imprese dove è iscritta la società
  5. Indicare le fasi in cui avviene la conclusione del contratto di vendita
  6. Organismo incaricato di risolvere eventuali controversie
  7. Il numero di concessione o autorizzazione per le attività con licenza (ad esempio, siti di videogiochi)
  8. Privacy Policy (ovviamente)
  9. Cookie Policy (sempre e comunque)

È bene anche inserire:

  • In modo chiaro e trasparente prezzi e tariffe
  • Indicare i costi per le spese di spedizione
  • Le modalità di pagamento (bonifico / PayPal / contrassegno ecc) ed eventuali commissioni
  • Modalità di recesso e restituzione degli articoli

Le informazioni sopra devono essere riportate nell’apposita sezione di Termini e condizioni di acquisto. Ed è anche per questo che aprire un e-commerce non è proprio una cosa che si può fare in due minuti! È bene sempre informarsi al meglio con professionisti del settore ed evitare il fai-da-te!

Fate attenzione in caso di negozio online, spesso vedo siti senza pagine informative importanti come Termini e Condizioni. E questo è assolutamente fuorilegge.

Le sanzioni quando mancano

Come accennato, la PIVA deve essere ben visibile su tutti i siti intestati alla attività / società.

In caso di violazione degli obblighi è prevista una sanzione amministrativa che va dai € 258,23 fino ai € 2.065,83 come stabilito dall’art. 11, D.P.R. 472/97.

Perchè mostrare questi dati?

Troppi sono i siti illegali in Italia, carenza di adeguamento al GDPR, pagine e dati carenti o mancanti. I controlli si stanno facendo sempre più serrati, quindi fai attenzione. Per risparmiare qualche centinaio di euro ne rischi migliaia, non è una grande mossa imprenditoriale.

Se vuoi ricevere una consulenza gratuita o valutazione del tuo sito in merito a questi dati, Allora Contattami Subito e ti farò sapere se il tuo sito o e-commerce è a norma oppure uno dei tanti fuorilegge.

Che la forza dei Dati Obbligatori sia con Te!

Ti aspetto al prossimo articolo.